Proteste anti Trump : il dubbio.

di franco amarella

Per meglio comprendere le marce di protesta nel mondo, così simultanee, così agguerrite, così dichiaratamente ostili, vanno immaginate anche certe pressioni lobbistiche sul governo d’oltre oceano. Ma dobbiamo fare un passo indietro al 1933.

Siamo all’indomani della crisi finanziaria del 1929. Due esponenti politici il senatore Carter Glass e il deputato Henry Steagal proposero una legge, approvata subito dal Congresso degli Stati Uniti col nome di “Glass-Steagal Act”.

Si trattava di una legge bancaria che mirava a introdurre misure per arginare la speculazione da parte degli Operatori Finanziari e a non ingenerare situazioni di panico bancario. Ovvero proprio come stava accadendo in seguito alla crisi del ’29, con numerose banche americane messe in ginocchio.

In base a quella legge :

-      Furono garantiti i depositi con la Federal Deposit Insurance Corporation;

-      Fu separata NETTAMENTE l’attività bancaria (commerciale) tradizionale, da quella bancaria di investimento.

Per modo che un eventuale fallimento della banca di intermediazione finanziaria NON determinasse anche il fallimento della banca tradizionale. Con il Glass-Steagal Act si venne così a sancire la separazione istituzionale fra banche commerciali e banche d’investimento.

Questo durò fino al 1999, quando le lobbies del mondo bancario “convinsero” il Congresso ad abrogare il Glass-Steagal Act. E così il Presidente Clinton nel novembre del 1999 promulgò la nuova legge che ELIMINAVA la separazione fra Banca tradizionalmente intesa e Banca di intermediazione finanziaria.

E così già dall’inizio degli anni 2000 cominciarono le manovre di fusione fra banche e gruppi assicurativi e si potenziarono le attività di investment banking…..fino alla bolla scoppiata a partire dal 2007.

Ma cosa c’entra tutto questo preambolo con le marce anti Trump?

Ebbene il novello Presidente biondo-platino, così osteggiato dai para-democratici, così schernito dagli intellettuali hair-stylist, pare voglia RIPRISTINARE QUELLA LEGGE per garantire i risparmiatori e ridare loro fiducia. Lo farà realmente? Non lo farà?

È evidente che in caso di ripristino della legge, l’Establishment internazionale NON gradirebbe affatto una simile iattura; specialmente quando tutto sembrava ormai sotto controllo…EURO e UNIONE EUROPEA compresi.

Ecco la possibile spiegazione a tanto accanimento terapeutico, contro Trump, per mantenere in vita il SISTEMA attuale. Un accanimento mascherato dalla rivendicazione di sani principi democratici con le plausibili implicazioni umanitarie. Tutta una miscellanea infiocchettata a difesa delle donne, delle conquiste gender, dell’immigrazione e contraria alla costruzione dei muri alla frontiera. Qui grazie anche ad un assist apostolico, che voglio sperare sempre in buona fede. Mi fermo.

Nel dubbio, in via preventiva, per non perdere tempo, si marcia con le bandiere al vento dietro qualche cavaliere incaricato, rifornito di convincente biada per il ronzino della prima fila.

Questa voce è stata pubblicata in Capitoli. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>