Rivoluzione TALK-POLITIC

di franco amarella

Poichè i politici in TV hanno “saturato” le sacche di credibilità , quindi, di attenzione degli utenti italiani, sarebbe opportuno smettere di alimentare con accanimento mediatico i TALK-SHOW con tutte quelle ospitate di politici vecchi e nuovi a confronto. Al posto di tante parole, litigi, toni alterati, chiasso, confusione e finte verità converrebbe far intervenire i BUROCRATI. Ovvero coloro che nelle diverse attività dirigenziali maneggiano effettivamente la “concretezza” dei fatti; coloro che effettivamente mettono in cantiere quanto ricevono dalla politica; coloro che sono chiamati realmente a rispondere dei percorsi virtuosi o delle alterazioni di sistema. Codeste persone – una volta sollecitate dai vari conduttori – obbligate a parlare senza schermaglie politichesi, sapendo di non poter mentire, farebbero autentiche radiografie in tempo reale dei vari pezzi di Paese. I telespettatori tornerebbero a mostrare interesse ed attenzione; con tutte le positività in cascata: più informazione, più realtà, più verità, più audience…quindi anche più sponsor.

Questa voce è stata pubblicata in Capitoli. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Rivoluzione TALK-POLITIC

  1. Luisa loffredo scrive:

    Fuori le lobby ! Altro che farli parlare al posto dei politici! Devono uscire dal Parlamento e no entrare anche nei talk

    • franco amarella scrive:

      Far parlare i “burocrati” in TV significa due cose: 1ª) stanare e conoscere la filiera di produzione politica, programmi-opere-sistemi di realizzazione;
      2ª) sfruttare l’opportunità di poter “interrogare” gli ospiti sui risultati operativi da una posizione di vantaggio mediatico.

Replica al commento si franco amarella Cancella la replica

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>