Un anello internazionale

di franco amarella

La Porche è arrivata a Nardò ed ha comprato l’anello. Il nostro anello internazionale: la pista. Tutti adesso sono felici. Qualcuno è venuto da fuori le mura invitato, quasi invocato, a conquistare il castello con la reggia, la città e l’intero regno.

Qui ci vuole un multiplo “BRAVI”!!!

Bravi, gli Amministratori pubblici! Bravi, i notabili! Bravi, gli industriali locali! Bravi, i piccoli imprenditori e, perchè no, bravi anche i cittadini neretini!

Un altra pagina del romanzo meridionale, appartenente alla letteratura pigro-miope-piangitoria, è stata scritta sotto un cielo primaverile, mentre un clima di riscatto meridionalista cerca di riscaldare i tiepidi animi di questo nostro tallone italiano. Un tallone evidentemente che tenta invano di affrancarsi dalla maledizione omerica.

E così mentre si “investono” milioni di euro nelle sagre paesane, per far conoscere agli stessi indigeni la bontà delle polpette di cavallo, con il pretesto del “volano turistico”, invece di fare sistema per la gestione della pista neretina e noleggiarla con canone salato alla Porche, ma non solo ad essa, che si fà? La si cede per deficienza di mezzi, quasi che i mezzi dovessero rivenire dalla manna dal cielo. E si cede un’opera che vale una miniera.

Si cede un fattore moltiplicatore di reddito non solo per le maestranze interessate, ma per un comparto così tanto grande, che soltanto una miopia cronica con cateratta bilaterale non è riuscita a vedere negli anni. E pensare che l’aquilina Porche ha visto così bene la miniera salentina, che dalla lontana Allemagna  è venuta a gustarsi la dolce ciambella. Buon appetito Porche.

Questa voce è stata pubblicata in Capitoli. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>