Chi ha ucciso l’Uomo Ragno?

di franco amarella

Chi ha ucciso l’Uomo Ragno? Sarebbe il caso che l’emiciclo di Montecitorio cominciasse a chiederselo. Non fosse altro per prepararsi ad indennizzare gli elettori italiani  per averli fatti rimanere orfani.

Orfani di chi? Certo sono in tanti a rimanere orfani del Cavalier MI CONSENTA. In primis gli stessi elettori della cosiddetta destra, quella della pseudo-ribellione ideologico-gestional-gerarchica, che oggi non riesce nemmeno a ritrovare una lanterna utile a far intravedere una strada.

Poi ci sono gli orfani del centrosinistra, i cui parlamentari volevano la morte dell’Uomo Ragno ma, non sapendola procurare nei fatti e negli atti di Aula, hanno tanto ecceduto con le parole al punto da provare sazietà solo a sentir le loro medesime bocche blaterar di escort, veline e bunghità. Ed ora che i canti delle velate prefiche son finiti è piombato nei loro cuori lo smarrimento nel deserto, senza bussola e senza meta.

Infine ci sono i guerrieri della falange macedone: Santoro, Travaglio,Vauro, Floris e perchè no anche Saviano e Fazio. Per loro, orfani diretti, la tragedia sarà anche più nera. Certo l’ebbrezza della prima ora non li farà sentire orfani, ma nei giorni a venire il vuoto… sarà pieno di tanta disoccupazione professionale.

E pensare che sarebbe stato così facile aspettare la verifica del 2013… non c’era bisogno nè di prevaricare la democrazia, nè di ricorrere al merchandising della quinta colonna. Rimarrebbero Grillo e Di Pietro: ognuno con la rivendicazione del merito della dipartita politica del Cavaliere. Beh, in due si giocheranno a dadi la tunica del re ?

Questa voce è stata pubblicata in Capitoli. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Chi ha ucciso l’Uomo Ragno?

  1. Giuseppe T. scrive:

    C’è una stranezza? Certo che c’è! Lo hanno fatto “divertire” per farlo consumare.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>